• Imprevisti
  • Soluzioni facili e veloci per macchie difficili

    MACCHIE DI VINO
    Macchia di vino sulla tovaglia? Rovesciare immediatamente sul tessuto acqua frizzante, poi strofinare il tessuto con acqua fredda e procedere con il normale lavaggio. Anche il sale fino è un buon rimedio per le macchie di vino: bisogna coprire la stoffa con uno strato di sale, lasciar agire per una decina di minuti, poi strofinare e lavare.
    La strategia giusta se si utilizza uno smacchiatore è posizionare un panno assorbente sotto il tessuto, sarà utile per raccogliere i residui. Inoltre, è necessario sempre di strofinare con delicatezza e, prima di effettuare il lavaggio, testare il rimedio su un angolo di stoffa.
    Curiosità: il vino rosso si elimina col vino bianco, basta tamponare il tessuto da smacchiare con un panno bagnato.

    MACCHIE E ALONI DI SUDORE
    L’aceto aiuta a far sparire gli aloni di sudore. Mescolare aceto e acqua, poi tamponare strofinando. In alternativa si può utilizzare lo shampoo! Per i capi in lana mescolare acqua e borace in una scodella, oppure acqua fredda e bicarbonato di sodio, consigliato soprattutto per i tessuti sintetici. Nel caso di macchie ostinate mescolare bicarbonato di sodio e acqua in modo da formare una pasta che si strofinerà sul tessuto con un vecchio spazzolino da denti. Lasciare agire, poi lavare in acqua fredda.

    MACCHIE DI OLIO E GRASSO
    Aggiungere immediatamente farina o borotalco in modo da assorbire l’unto, operazione da fare nell’immediato, anche al ristorante. Bagnare il tessuto con acqua e aggiungere detersivo per i piatti: lasciare agire per un po’, eventualmente aggiungere un’altra piccola quantità, strofinare e lavare.

    MACCHIE DI ERBA
    Tamponare e strofinare con alcol puro quando la macchia è ancora fresca. Sui capi più delicati utilizzare acqua ossigenata, da stemperare in due dosi d’acqua. Si possono mettere a mollo i vestiti dal tessuto più resistente e lasciarli una notte in una bacinella d’acqua dopo aver disciolto un bicchiere di latte: prima di lavare passare per 2 o 3 volte a distanza di cinque minuti sul tessuto il sapone di Marsiglia creando uno strato sul tessuto umido.

    MACCHIE DI SANGUE
    É preferibile lavare i tessuti macchiati con il sangue immediatamente. Mettere a bagno in acqua fredda e strofinare con delicatezza. Eventualmente aggiungere amido di mais all’acqua e utilizzare uno straccio oppure un cubetto di ghiaccio con cui passare la macchia. Macchie di sangue sul materasso? Usare acqua fredda, una spazzola e acqua ossigenata, poi coprire con borotalco in modo da asciugare il tessuto. Sia il cotone, sia la seta possono essere trattati con acqua ossigenata 12 volumi: usare uno straccio, con cui tamponare delicatamente, e prediligere il tessuto asciutto in modo da evitare il formarsi di aloni. Se le macchie sono su tessuti sintetici o capi delicati sostituire l’acqua ossigenata con… l’acqua minerale.

    MACCHIE DI RUGGINE
    Smacchiare il tessuto strofinando con sale fino e limone, poi sciacquare con abbondante acqua fredda. Anche il bicarbonato di sodio può essere utilizzato contro le macchie di ruggine: strofinare il tessuto con l’aiuto di una spazzola umida. Idea alternativa? Tagliare a metà una patata, cospargere con il bicarbonato e strofinare.

    MACCHIE DI SMALTO
    Se lo smalto è accidentalmente caduto su un tessuto resistente, quali asciugamani e teli, si può provare a tamponarlo con delicatezza con il solvente che si utilizza per le unghie, il classico acetone. Il trucco èutilizzare molto cotone, da cambiare spesso. Uno straccetto imbevuto di alcol aiuterà a completare l’operazione togliendo eventuali aloni e tracce. Poi lavare, aggiungendo bicarbonato. Fare attenzione al tipo di capo, poiché l’acetone può far sbiadire il tessuto. Evitare su tessuti sintetici e seta.

    MACCHIE DI CAFFÈ
    Mai provato con la schiuma da barba? Ricoprire la macchia con la schiuma, lascia agire, strofinare con una spazzola e procedere con il normale lavaggio. In alternativa si può togliere l’alone di caffè mescolando acqua gassata e succo di limone oppure acqua e aceto. Anche la glicerina, acquistabile in farmacia, può essere utile sulle macchie di caffè: strofinare con delicatezza usando un batuffolo di cotone.

    MACCHIE DI CERA
    Se il tessuto lo consente, mettere a mollo in acqua calda: la cera si staccherà dal tessuto venendo a galla. In alternativa si può utilizzare una spazzola o uno spazzolino vecchio e strofinare il tessuto con alcol. Oppure passare il ferro da stiro caldo sul tessuto macchiato facendo attenzione a posizionare fra la stoffa e il ferro un foglio di carta paglia. Grazie al calore la cera tenderà a staccarsi e appoggiarsi sul foglio di carta paglia, dal potere altamente assorbente.

    0%
    0%
    0%